MUTA

 Storia del MUTA

 

Il Museobottega della Tarsialignea accoglie al suo interno la collezione storica raccolta da Alessandro ed Alma Fiorentino e la collezione contemporanea firmata dalla Alessandro Fiorentino Collection.

Agli inizi degli anni Ottanta del Novecento, Alessandro ed Alma Fiorentino hanno cominciato a collezionare oggetti e mobili intarsiati sorrentini dell'Ottocento, della cui tradizione storica si era perso, in gran parte, il ricordo. Questi compongono, oggi, la più ampia e completa collezione di quest'arte, di cui il MUTA salvaguardia e tramanda la memoria.

Nello stesso periodo, Alessandro Fiorentino pubblica il suo primo studio sulla tarsia lignea di Sorrento e sui suoi principali protagonisti, riesumandone la memoria.

Sul finire degli anni Ottanta e nel decennio successivo, sono organizzate una lunga serie di esposizioni in Italia ed all'estero, finalizzate alla diffusione della conoscenza dell'artigianato sorrentino ed alla promozione della produzione contemporanea.

In quegli stessi anni, infatti, l'Alessandro Fiorentino Collection comincia, con la partecipazione di noti designer nazionali ed internazionali, una produzione di mobili intarsiati rivolta all'arredo contemporaneo e di oggetti per il merchandising museale. L'Alessandro Fiorentino Collection, che, tra l'altro, gestisce i servizi aggiuntivi del MUTA, costituisce una struttura poliedrica che realizza mobili intarsiati su commissione, dalla progettazione all'installazione.

Nel 1999, dopo i lavori di restauro del Palazzo del 1700 sito in via San Nicola 28 a Sorrento, dimora, nella seconda metà dell'Ottocento, del barone Pomarici Santomasi di Gravina di Puglia, e dopo la realizzazione dell'allestimento espositivo, apre al pubblico il Museobottega della Tarsialignea.

Il nuovo museo, oltre ad essere il fulcro di ogni azione volta alla salvaguardia della memoria dell'arte della tarsialignea sorrentina, è il tutor del processo di rinnovamento artistico di quest'arte.

 

 

      

 fb logo 02 twitter logo 2 youtube logo 2 vimeo logo 2